+ 39 0534 30041
0
0.00
  • Il carrello è vuoto

    Non ci sono oggetti nel tuo carrello!

Scegliere il Pellet: 5 buoni consigli per risparmiare Parte uno

Scegliere il Pellet: 5 buoni consigli per risparmiare Parte uno

Come scegliere il pellet: perché c’è bisogno di una guida

Scegliere il pellet non è qualcosa che dovete sottovalutare e le caratteristiche da prendere in considerazione per potersi ritenere soddisfatti non sono così semplici.

Noi di Lino Lenzi abbiamo da anni avviato il servizio di vendita e trasporto del pellet e per soddisfare le esigenze dei nostri clienti abbiamo studiato molto questo materiale.

Questi 5 consigli su come scegliere il pellet vogliono essere una guida per chi conosce ancora poco il mondo delle stufe a biomassa, o ne ha acquistata una da poco e si sta ancora guardando in giro per non fare errori nell’acquisto del combustibile.

1. Risparmiare sì, ma in che modo?

È vero che alla base di tutto deve stare l’idea di risparmio e quindi cercare un pellet che costi poco ha la sua importanza, ma è sempre bene guardare al prezzo?

Secondo i nostri studi la risposta è assolutamente NO!

Il pellet deve avere qualità ideali perché il prezzo basso non significa certamente risparmio. Quando i prezzi sono molto vantaggiosi bisogna innanzitutto chiedersi perché lo sono?

Il materiale di cui è composto il pellet influisce sia sul suo prezzo che sulla sua resa in termini ci calore. Un pellet di buona qualità può infatti costare leggermente di più, ma a conti fatti vi accorgerete di averne consumato meno per riscaldare meglio la vostra casa.

2. Quale materiale è più adeguato?

Come appena descritto del paragrafo precedente, il materiale di cui è composto il piccolo pellet è molto importante; quale scegliere allora?

Secondo noi, non importa molto il colore del pellet o il materiale, quando quello che ci interessa è solo scaldare casa! Quello a cui bisogna fare attenzione è la certificazione che descrive il potere calorifico: lo standard è solitamente compreso tra 4,65 e 5,3 kWh per kg, ma sul mercato troverete anche pellet dalle caratteristiche decisamente meno invitanti.

3. Vuoi bene all’ambiente?

Se come noi credi che l’attenzione all’ambiente sia una buona norma da seguire in tutte le piccole e grandi cose della vita, allora puoi pensare di scegliere il pellet anche in base alla sua provenienza. Avrai sicuramente sentito parlare del KM 0; perché non scegliere un combustibile prodotto con materiale ricavati vicino a dove abiti?

Noi di Lino Lenzi ci riforniamo con molta soddisfazione di pellet a km 0, ricavato al 100% da abeti dell’Appennino Tosco Emiliano.

Vuoi saperne di più?

Torna a trovarci, a breve pubblicheremo la “parte due” dell’articolo!

Lascia un commento

Login

Lost your password?